Capelli

Nutrizione e benessere dei capelli

I capelli nascono, crescono e cadono, rinnovandosi in continuazione. Una chioma sana è composta da circa 200.000 capelli che crescono mediamente 10-15 millimetri al mese e, prima di aver terminato il loro ciclo di vita, che nella donna può durare anche 7 anni, possono essersi allungati di oltre un metro.

I capelli sono costituiti dal follicolo (o bulbo pilifero) e dal fusto. Il follicolo, elemento attivo del capello, è circondato da un fitto reticolo di microvasi sanguigni. Il fusto, la parte visibile ma inerte del capello, caratterizzato da grande resistenza ed elasticità, viene prodotto dal follicolo (per maturazione dei cheratinociti che sintetizzano la proteina fibrosa cheratina) in un avvicendarsi di lunghe fasi di crescita e brevi fasi di riposo, secondo un ciclo che si rinnova per tutta la vita.

Il ciclo di crescita e di ricrescita dei capelli è un processo fisiologico. Ogni capello ripete il suo ciclo diverse volte. Il processo di crescita, riposo e caduta (anagen, catagen e telogen) è continuo e il ricambio fisiologico risulta impercettibile. In primavera e in autunno si verifica una “accelerazione” del ricambio (effluvio stagionale fisiologico).

I fattori che danneggiano i nostri capelli

Numerose possono essere le cause che provocano fragilità e diradamento dei capelli.

Prima fra tutte è la muta stagionale (telogen effluvium): in primavera e in autunno si perdono più capelli! I cambiamenti di temperatura e delle ore di luce provocano variazioni nella produzione di ormoni, determinando una maggiore perdita di capelli.

Esistono poi criticità legate a fattori genetici ereditari, ma sono principalmente i "fattori esterni" che possono condizionare la salute dei capelli. 

  • Lo stress individuale: con l'aumento del cortisolo (l'ormone dello stress) si genera uno stato di infiammazione che determina vasocostrizione con conseguente mancato nutrimento al bulbo pilifero.
  • Lo stress ossidativo: una cattiva alimentazione ricca di grassi saturi e povera di antiossidanti, il fumo, le radiazioni solari e l'inquinamento ambientale provocano la formazione di radicali liberi che causano indebolimento della struttura del capello per la diminuita funzionalità dei melanociti.
  • Gli stress esterni: azioni aggressive come l’utilizzo di piastre, phon e trattamenti estetici, provocano fragilità e secchezza dei capelli.

Ulteriori cause di chioma fragile e indebolita sono i cambiamenti ormonali. Nella donna, la menopausa e la relativa riduzione degli estrogeni, sono causa di assottigliamento e di aumentata caduta dei capelli.

10 consigli per il benessere dei capelli

1) Consuma frequentemente cereali integrali. Con i cereali integrali è possibile assumere zinco, ferro e vitamine del gruppo B, fondamentali per la cheratinizzazione e la corretta struttura del capello. Sono inoltre fonti importanti di aminoacidi solforati (cistina e metionina), necessari per la sintesi della cheratina, proteina strutturale del capello. Una carenza nutrizionale può determinare fragilità, diminuzione della crescita e diradamento dei capelli.

2) Verdura, un concentrato di vitamine e minerali. La verdura è ricca di antiossidanti (Vitamina C, Vitamina E, Vitamina A). In particolare, carote, cavoli, zucche, broccoli sono fonte di vitamina A che nutre il capello e ne previene la fragilità e la caduta. La carenza può provocare forfora e capelli secchi.

3) Consuma almeno 2 uova a settimana. Sono ricche di biotina che stimola la crescita dei capelli e in generale contribuisce al loro benessere. La biotina è essenziale per la sintesi degli acidi grassi, importanti nei processi di cheratinizzazione dei capelli e nel mantenimento dell'integrità cutanea del tessuto in crescita.

4) Pesce azzurro e frutta secca per capelli luminosi! Gli omega 3, contenuti in pesce, noci, nocciole e mandorle, aiutano a migliorare la salute del capello grazie all'azione di eicosanoidi antinfiammatori. Una carenza di acidi grassi poliinsaturi può essere concausa di capelli fragili e opachi.

5) Tieni sotto controllo i livelli di Vitamina D3. Ricordati di passare almeno un’ora tutti i giorni all’aria aperta. La vitamina D3 può essere acquisita attraverso l’alimentazione (pesce, tuorlo d’uovo, latte) o sintetizzato dai cheratinociti dopo esposizione solare. Ha un ruolo chiave nella fase di crescita (anagen) del follicolo e stimola le cellule che formano il fusto del capello.

6) Fai scorte di spremute di agrumi durante l’inverno! La vitamina C contenuta negli agrumi, oltre ad aiutare l'organismo a difendersi dalle patologie da raffreddamento, protegge il cuoio capelluto con la sua azione antiossidante. La sua carenza può rendere più fragili tutti gli annessi cutanei.

7) La salute dei capelli si conserva nel tempo evitando il fumo. La nicotina si deposita a livello cutaneo danneggiando il capello e favorendone la caduta. Le membrane cellulari sono sensibili all’azione destrutturante dei radicali liberi che sono generati da nicotina, stress, inquinamento e radiazioni.

8) Il movimento fa bene ai capelli! Cogli ogni occasione per fare piu movimento (scale al posto dell’ascensore, 30 minuti di camminata veloce, nuoto, bicicletta...). Il movimento riattiva il sistema vascolare utile anche per ossigenare la periferia dell’organismo (anessi cutanei, bulbo pilifero).

9) Non aggredire il cuoio capelluto con shampoo aggressivi (a base di SLS), proteggilo sostituendo lo shampoo con l'olio shampoo per detergere i capelli senza irritare la cute. L'olio shampoo mantiene inalterato l'equilibrio idrolipidico del cuoio capelluto.

 

10) In caso di carenze alimentari o di aumentato fabbisogno fisiologico, l'integrazione nutrizionale può essere utile non solo per rinforzare la struttura del fusto ma anche per prevenire e ridurre la caduta.

- Aminoacidi solforati L-cistina e DL-metionina, che partecipano alla formazione della cheratina, proteina decisiva nella struttura del capello;

- Aminoacido Taurina in grado di controllare la sintesi del collagene e stimolare la proliferazione cellulare e la crescita del capello;

- Biotina, Vitamine del gruppo B, Acido folico capaci di proteggere i tessuti epiteliali favorendo la sintesi proteica e contrastando la depigmentazione;

- Minerali: Ferro, Zinco, Rame, Manganese permettono di rimineralizzare e rinforzare la struttura del capello, aumentare la lucentezza;

- Estratti di Vitis Vinifera e Tè verde, ricchi di bioflavonoidi, favoriscono il microcircolo venoso migliorando il trasporto dei nutrienti alla radice;

- Vitamina E e Coenzima Q10 sono efficaci antiossidanti in grado di proteggere le membrane cellulare dai radicali liberi provenienti da stress e inquinamento.

- Isoflavoni di soia, mimano l’azione degli ormoni femminili (estrogeni) modulando eventuali squilibri ormonali che sono spesso causa di assottigliamento e diradamento.

 

Dott.ssa Paola Cagliero
Biologa Nutrizionista
paolacagliero@hotmail.it

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Usando questo sito sei in accordo con la nostra Privacy PolicyOK